La presente pagina ha carattere esclusivamente informativo ed è stata redatta al fine di rendere più agevole la fruizione dei servizi all'utenza.

Indice pagina info:
Cos'è il BURC
La struttura del BURC
Chi può richiedere la pubblicazione degli atti sul BURC
Periodicità del BURC - Termini per la pubblicazione
Regole tecniche relative alla pubblicazione del BURC
Modalità di invio degli atti per la pubblicazione
Inserzione sul BURC - Spese per la pubblicazione e versamenti
Consultazione BURC
Tutela della riservatezza
Errori nella pubblicazione e correzioni
Redazione BURC- Contatti
COS'E' IL BURC Torna all'indice
Il Bollettino ufficiale telematico della Regione Calabria, di seguito denominato BURC, è lo strumento esclusivo di comunicazione istituzionale e di pubblicità legale delle leggi, dei regolamenti regionali e di tutti gli atti della Regione.

E' stato istituito con la legge regionale 6 aprile 2011, n. 11" Istituzione del Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Calabria e norme per la pubblicazione degli atti.", che ne detta altresì la disciplina. ( scarica la legge )

Il BURC è pubblicato esclusivamente in forma digitale, sull'apposita sezione del sito web della Regione Calabria e del Consiglio regionale, con le modalità che garantiscono l'autenticità e l'integrità degli atti pubblicati e la pubblicazione degli atti sul BURC ha valore legale.

Il Bollettino Ufficiale della Regione Calabria (BURC) con valore legale viene pubblicato solo in forma digitale.
ABBONAMENTI: La consultazione del BURC digitale è libera e gratuita per tutti gli utenti.
INSERZIONI: Gli atti la cui pubblicazione non è obbligatoria per legge, devono essere predisposti in forma sintetica e la pubblicazione è subordinata alla preventiva autorizzazione del Direttore del BURC. Per tali atti può essere disposto che la pubblicazione avvenga solo per estratto o sunto.
LA STRUTTURA DEL BURC Torna all'indice
Il BURC si divide in tre parti, con i seguenti contenuti:
Parte Prima
a) lo Statuto regionale e le sue modificazioni;
b) le leggi e i regolamenti della Regione Calabria;
c) i regolamenti del Consiglio regionale;
d) i provvedimenti che determinano l'interpretazione di leggi o regolamenti o dettano disposizioni per la loro applicazione;
e) atti contenenti indirizzi nei confronti dei soggetti privati singoli o di categorie;
f) le richieste di referendum regionali e la proclamazione dei relativi risultati;
g) i dispositivi di sentenze e di ordinanze della Corte costituzionale relativi a leggi della Regione Calabria, a leggi statali impugnate dalla Regione Calabria, a conflitti di attribuzione aventi come parte la Regione stessa, nonchè le ordinanze con cui gli organi giurisdizionali abbiano sollevato questioni di legittimità costituzionale di leggi regionali;
h) tutti gli atti che comportano oneri a carico del bilancio regionale.
Parte seconda
a) le deliberazioni del Consiglio e della Giunta regionale;
b) i decreti, le ordinanze e gli altri atti del Presidente della Giunta regionale aventi rilevanza esterna;
c) le deliberazioni e i comunicati del Presidente o dell'Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale aventi rilevanza esterna o che per il loro contenuto devono essere portati a conoscenza della generalità dei cittadini. In tali casi, la pubblicazione è motivatamente disposta negli atti stessi;
d) le determinazioni dirigenziali aventi rilevanza esterna;
e) le circolari esplicative delle leggi regionali nonchè gli atti di organi della Regione contenenti indirizzi nei confronti di amministrazioni pubbliche, i provvedimenti di organi politici e di direzione amministrativa della Regione aventi carattere organizzativo generale.
Sono, altresì, pubblicati nella seconda parte: gli atti di enti locali, di enti pubblici e di altri enti ed organi e, su specifica determinazione del Presidente della Giunta regionale ovvero su deliberazione del Consiglio regionale, atti di organi statali che abbiano rilevanza per la Regione Calabria, nonchè i comunicati o le informazioni sull'attività degli organi regionali od ogni altro atto di cui non sia prescritta in generale la pubblicazione;
su determinazione del Presidente della Giunta regionale, a richiesta di enti o amministrazioni interessate, altri atti di particolare rilievo la cui pubblicazione non sia prescritta da legge o regolamento regionale e, qualora contengano dati sensibili, il relativo trattamento deve avvenire nel rispetto della normativa di riferimento, e, in generale, di quelle per le quali non è consentito l'accesso ai sensi della normativa vigente;
gli atti della Regione che per il loro contenuto devono essere portati a conoscenza della generalità dei cittadini. La pubblicazione, in tali casi, è motivatamente disposta negli atti stessi.
Parte terza
a) i bandi e gli avvisi di concorso e di gara, i bandi e gli avvisi per l'attribuzione di borse di studio, di contributi, di sovvenzioni, di benefici economici o finanziari ed i provvedimenti di approvazione degli stessi;
b) gli annunzi legali ed i provvedimenti di approvazione degli stessi;
c) i provvedimenti di approvazione delle graduatorie relative a concorsi, borse di studio, attribuzione di contributi, sovvenzioni, benefici economici o finanziari; i provvedimenti di approvazione dei risultati delle gare e di aggiudicazione delle forniture, dei servizi e dei lavori pubblici.
Nei casi previsti dalla Legge vengono pubblicati supplementi speciali e straordinari del Bollettino.
CHI PUO' RICHIEDERE LA PUBBLICAZIONE DEGLI ATTI SUL BURC Torna all'indice

Ai sensi dell'art. 10 della Legge Regionale 6 Aprile 2011 n 11:

Il Presidente della Giunta, il Presidente del Consiglio regionale, gli assessori competenti ovvero i dirigenti generali regionali richiedono alla direzione del BURC la pubblicazione degli atti degli organi regionali.

Gli enti e le amministrazioni non regionali richiedono la pubblicazione degli atti alla direzione del BURC, indicando la norma che ne prescrive la pubblicazione ovvero precisando che si tratta di atti che, per il loro contenuto, devono essere portati a conoscenza della generalità dei cittadini.

Il richiedente la pubblicazione deve indicare la sezione in cui l'atto va pubblicato. Per esempio: Parte Terza Bandi e Avvisi; oppure Parte Terza Esiti e Graduatorie; oppure Parte Seconda ecc... In caso di mancata indicazione della sezione, il Burc declina ogni responsabilità sulla collocazione degli atti.
PERIODICITA' DEL BURC - TERMINI PER LA PUBBLICAZIONE Torna all'indice

Il BURC è pubblicato di norma con cadenza settimanale e comunque ogni qualvolta se ne ravvisi la necessità.

Le Leggi ed i Regolamenti della Regione sono pubblicati entro 10 giorni decorrenti rispettivamente dalla data di promulgazione e di emanazione.

Gli altri atti sono pubblicati entro 15 giorni dalla data della loro ricezione da parte dell'Ufficio del BURC.
REGOLE TECNICHE RELATIVE ALLA PUBBLICAZIONE DEL BURC Torna all'indice

Con Decreto del Segretario della Giunta Regionale n 12739 del 10 Settembre 2012 ( scarica decreto ) sono state individuate le regole tecniche relative alla pubblicazione ed in particolare:
a) le modalità per l'invio elettronico degli atti destinati alla pubblicazione;
b) le garanzie da adottare a tutela della sicurezza dei testi pubblicati, in modo da garantirne l'autenticità e l'integrità;
c) le modalità di archiviazione dei testi pubblicati;
d) le modalità di conservazione dei testi pubblicati;
e) le garanzie di manutenzione del sistema informativo e della sua operatività continuativa;
f) le modalità di realizzazione della sezione del sito della Regione e del Consiglio regionale dedicata al Bollettino, con motore di ricerca idoneo a consentire la navigazione anche ai soggetti diversamente abili;
g) le modalità dell'invio per posta elettronica a determinati soggetti o categorie dell'avviso dell'avvenuta pubblicazione del BURC, in modo da realizzare un'informazione tempestiva.
MODALITA' DI INVIO DEGLI ATTI PER LA PUBBLICAZIONE Torna all'indice

In relazione alla modalità di invio degli atti per la pubblicazione, le regole tecniche approvate con Decreto del Segretario della Giunta Regionale n 12739 del 10 Settembre 2012, prescrivono che: Gli atti destinati alla pubblicazione devono essere prodotti esclusivamente in formato PDF/A e sottoscritti con firma digitale o firma elettronica qualificata, il cui certificato è rilasciato da un certificatore accreditato". L'invio degli atti così sottoscritti avviene tramite posta elettronica certificata, di cui al D.P.R. 11 febbraio 2005 n. 68, all'indirizzo reso disponibile dall'Ufficio BURC;

In particolare, gli atti da pubblicare devono pervenire informaticamente e firmati digitalmente mediante inoltro al seguente indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC):
burc@pec.regione.calabria.it

Il corpo della mail dovrà contenere il seguente messaggio: Si certifica che i documenti elettronici allegati al presente messaggio costituiscono copia conforme nei contenuti ai documenti originali"
Gli atti informatici inviati alla pubblicazione sul BURC digitale, in allegato alla PEC, possono essere esclusivamente formato.pdf firmato digitalmente
E' tassativo che il file.pdf sia un file.pdf originario, cioè risultante dalla trasformazione di un file.doc in file.pdf, con il divieto di invio di file.pdf risultanti dalla scannerizzazione di copie o fotocopie degli atti.
Le inserzioni pervenute all'indirizzo di PEC indicato entro il mercoledì saranno pubblicate entro il secondo lunedì successivo.
Non è consentita la pubblicazione degli atti trasmessi solo in forma cartacea ovvero di quelli privi di firma digitale.
Tuttavia, gli atti da pubblicare, qualora soggetti all'imposta di bollo, devono essere trasmessi anche in forma cartacea (non è consentita la consegna manuale); in tale ipotesi, il testo destinato alla pubblicazione è quello informatico, firmato digitalmente e trasmesso con PEC.
Ai fini dell'assolvimento dell'imposta di bollo i testi delle inserzioni devono pervenire in originale, entro la data di pubblicazione dell'inserzione, con l'applicazione di una marca da bollo da Euro 16,00 ogni 4 pagine. L'atto dichiarato esente ai fini dell'imposta di bollo deve indicare la norma che ne dispone l'esenzione.
Gli atti da pubblicare non devono superare la dimensione massima di 10MB. Qualora l'atto superasse tale limite, occorre trasmetterlo suddiviso in più file da massimo 10MB cadauno. Nel caso in cui il decreto prevede degli allegati, gli stessi non possono superare i 10MB, complessivamente, l'invio degli atti+allegati non puo' superare i 140MB.
L'inserzione dovrà contenere:
a) la denominazione dell'ente richiedente;
b) l'oggetto della pubblicazione (che non può essere generico ma deve richiamare il contenuto specifico dell'atto);
c) il codice fiscale o partita IVA dell'ente che propone l'inserzione;
IL TESTO DELL'INSERZIONE DEVE ESSERE REDATTO CONFORMEMENTE AL SEGUENTE FORMAT:

Oggetto: NOME DELL'ENTE CHE EMETTE L'ATTO E CODICE FISCALE - Tipologia dell'atto da pubblicare (es.: Decreto, Delibera, Avviso, Bando di gara ecc..) - numero dell'atto (se presente) - data dell'atto - oggetto (l'oggetto deve contenere max 200 caratteri ) .

Inserire l'estratto dell'atto
Inserire la Firma (es. Dirigente - Responsabile - ecc..)
La pagina deve essere impostata secondo i seguenti parametri:
  • Margine superiore: 2 cm
  • Margine inferiore: 1,5 cm
  • Margine destro: 1,5 cm
  • Margine sinistro: 1,5 cm
I parametri di formattazione del testo devono essere:
  • Tipo carattere: "arial"
  • Dimensione: "11"
  • Allineamento: "giustificato"
  • Spaziatura prima e dopo: "0(zero) pt"
  • Interlinea: "singola"
Le inserzioni delle quali non si riscontri la corrispondenza con le prescrizioni sopra indicate non potranno essere pubblicate.

Il testo degli avvisi pubblici e del materiale pubblicato è quello predisposto dagli inserzionisti ed inviato con PEC. La Direzione del B.U.R.C., pertanto non risponde di eventuali errori e/o omissioni contenuti nei testi proposti. Resta a carico del richiedente la verifica dell'avvenuta regolare pubblicazione degli atti.

INSERZIONI SUL BURC - SPESE PER LA PUBBLICAZIONE E VERSAMENTO PROVENTI Torna all'indice

Al di fuori dei casi di gratuità della pubblicazione previsti dall'art. 18 della Legge 6 Aprile 2011, n 11, si applicano le seguenti tariffe. Il prezzo degli annunci da inserire nel bollettino ufficiale della Regione Calabria è di € 2 per ciascuna linea di scrittura.

I proventi delle pubblicazioni sono versati in apposito conto corrente postale intestato al Bollettino Ufficiale della Regione Calabria, N 251884, indicando la causale del versamento.

L'amministrazione non risponde dei ritardi causati dalla omissione di tale indicazione.

La ricevuta attestante l'avvenuto versamento dovrà essere trasmessa congiuntamente agli atti da pubblicare.

CONSULTAZIONE BURC Torna all'indice

La consultazione del BURC sul sito web della Regione Calabria e del Consiglio regionale della Calabria è libera, permanente e gratuita.

TUTELA DELLA RISERVATEZZA Torna all'indice

Si evidenzia agli Enti e ai soggetti, pubblici e privati, che inviano avvisi da pubblicare sul Bollettino Ufficiale la necessità che gli avvisi stessi siano redatti in conformità ai disposti del D. Lgs. 196/2003, con particolare riferimento alla disciplina dei dati sensibili. L'Ufficio del BURC è sollevato da ogni eventuale responsabilità che potrebbe scaturire dal mancato rispetto delle norme sulla privacy, a seguito della pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria di atti, documenti e quant'altro verrà trasmesso dagli organi e soggetti proponenti.

ERRORI NELLA PUBBLICAZIONE E CORREZIONE Torna all'indice

In caso di difformità fra il testo di un atto pubblicato nel BURC e il testo originale, il direttore responsabile del Bollettino, su indicazione del Presidente della Giunta o del Presidente del Consiglio, nell'ambito delle rispettive competenze, ne dispone la correzione mediante pubblicazione nella prima parte del BURC di un comunicato che indichi con esattezza sia la parte erronea del testo pubblicato che il testo esatto da sostituire, disponendo, altresì, se necessario, la ripubblicazione dell'intero testo.
La correzione degli errori è richiesta:
- dall'ufficio del Segretario generale del Consiglio regionale, per le leggi o per gli atti dello stesso Consiglio;
- dal Segretario della Giunta regionale, per i regolamenti o per gli atti della stessa Giunta;
- dal responsabile della struttura che ha emanato l'atto, per i decreti dirigenziali;
- dai responsabili delle relative strutture degli Enti ed Amministrazioni, diversi dalla Regione, che hanno richiesto la pubblicazione nel BURC, per gli atti e i provvedimenti di loro competenza.
REDAZIONE BURC E CONTATTI Torna all'indice

BURC - Bollettino Ufficiale della Regione Calabria
Sede: Cittadella Regionale - Loc. Germaneto - (CZ) - Telefono: 0961.853726
Editore: Regione Calabria - Aut. Tribunale Catanzaro N 31/1994
Direttore Responsabile: Dott.ssa Giulia Zampina